martedì 21 giugno 2016

Nicoletta Dosio notav, rifiuta le firme giornaliere









Che sia chiaro, io non accetterò di andare tutti i giorni a chiedere
scusa ai carabinieri, non accetterò che la mia casa diventi la mia
prigione.

Decidano loro, tanto la nostra lotta è forte, lottiamo per il diritto di
tutti a vivere bene, lottiamo non solo per la nostra valle ma per un
mondo più giusto e vivibile per tutti

Noi non abbiamo paura e non ci inginocchiamo davanti a nessuno, e quindi
io a firmare non ci vado e nemmeno starò chiusa in casa ad aspettare
che vengano a controllare se ci sono o non ci sono.

Siamo nati liberi e liberi rimaniamo! Liberi ed uguali!”

Nessun commento:

Posta un commento